Altro

una sotoria di ragazzi

Willy, una storia di ragazzi

Torna Parole in Azione A volte bisogna fermarsi, ascoltare gli altri e riflettere su quello che accade intorno a noi. Sono passati

immagine di copertina

Del senno del poi

Del senno del poi sono pieni i fossi A distanza di una settimana proviamo a fare unโ€™analisi di questa campagna elettorale Scriveremo

Il Rutone di Pio IX

LA CITTร€ DI ANAGNI MERITA CHIAREZZA DALLA POLITICA Il Rutone di Pio IX, dopo la meravigliosa illustrazione dei relatori di Casa Barnekow

Roma allo sBando

๐—ฃ๐—ฎ๐—ฟ๐˜๐—ฒ ๐—น๐—ฎ ๐—ฐ๐—ฎ๐—บ๐—ฝ๐—ฎ๐—ด๐—ป๐—ฎ #๐—ฆ๐—ฏ๐—ฎ๐—ป๐—ฑ๐—ถ๐˜๐—ถ ๐—ฑ๐—ถ ๐— ๐—ผ๐—บ๐—ผ

๐—Ÿโ€™๐—˜๐˜€๐˜๐—ฎ๐˜๐—ฒ ๐—ฅ๐—ผ๐—บ๐—ฎ๐—ป๐—ฎ ๐˜€๐—ฏ๐—ฎ๐—ป๐—ฑ๐—ฎ
Dopo una lunga attesa, alla fine, le graduatorie del bando dellโ€™Estate Romana (a cui Momo non aveva ritenuto opportuno partecipare) sono state pubblicate.
Solo 38 progetti sono stati accettati, di cui 9 nel Municipio I, con unโ€™assenza (quasi) totale in periferia. Con il fatto che le graduatorie escono il 30 maggio, ecco avverati (purtroppo) tutti i nostri facili presentimenti. La gestione di questo bando โ€“ la modalitร  come i tempi, lo stile come la comunicazione โ€“ rappresenta la dimostrazione plastica della visione della cultura che la nuova giunta ci offre: desolazione e assenza.
Per Momo la scelta di non partecipare ha significato essere costretti ad abbandonare il parco della Torre di Tormarancia (dove abbiamo organizzato la prima edizione di ER) e spostare ER Fest altrove, al MONK Roma a Casalbertone, a settembre.
๐—Ÿ๐—ฎ ๐—ฝ๐˜‚๐˜‡๐˜‡๐—ฎ ๐—ฒฬ€ ๐˜๐—ฟ๐—ฎ๐—ฐ๐—ถ๐—บ๐—ฎ๐˜๐—ฎ
Intanto accade che, mentre tutti gli altri โ€“ i poveri, i piccoli, i precari โ€“ si fanno la guerra, si indebitano, investono e rischiano tutto, qualcuno viene ยซbeccatoยป a pretendere la grana (come in un film di serie b), sotto forma di finanziamento diretto cioรจ senza partecipare ad alcun bando. La cosa puzza cosรฌ tanto da somigliare a un regolamento di conti interno alle varie correnti del Pd romano. Ma tantโ€™รจ: la puzza รจ tracimata ovunque, nei telegiornali, nei social, per strada.
Certo viene da chiedersi, dovโ€™erano negli ultimi anni (non giorni, non mesi) tutti coloro che oggi si indignano โ€“ quando questi comportamenti sono stati la norma, la regola dellโ€™amministrazione della ยซcosa pubblicaยป culturale romana. Dove erano quando costui e costoro ogni giorno si facevano (e si fanno, e si faranno ancora) foto con Tarantini e Scorsesi vari. Forse sulla Luna? Non fa niente, che anche dalla Luna si vedevano benissimo questi comportamenti.
๐— ๐—ฎ ๐—ฝ๐—ฟ๐—ผ๐—ฏ๐—น๐—ฒ๐—บ๐—ฎ ๐—ฒฬ€ ๐—ฝ๐—ถ๐˜‚ฬ€ ๐—ด๐—ฟ๐—ฎ๐—ป๐—ฑ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ถ ๐˜‚๐—ป ๐—ฝ๐—ถ๐—ฐ๐—ฐ๐—ผ๐—น๐—ผ ๐—ฐ๐—ถ๐—ป๐—ฒ๐—บ๐—ฎ
Ma il problema non รจ questo o quello, costui o costoro: il problema รจ il metodo. Il problema, soprattutto, รจ la cultura a Roma. Veramente qualcuno ha creduto che potesse esistere una cultura neutra, buona per tutte le stagioni e non influenzata dalla politica? Il tempo (e le elezioni giร  lo urlano da anni) ci dirร  quanto la politica culturale romana del Pd sia stata dannosa, anche per il partito stesso.
Il punto รจ un altro e va finalmente detto: il sistema dei bandi โ€“ cosรฌ come รจ โ€“ non funziona e va messo ยซa criticaยป, รจ problematico, spesso non รจ la soluzione ยซpiรน democraticaยป per la divisione dei fondi pubblici, anche per i tempi e le modalitร  (fuori mercato) della gestione pubblica. Ma soprattutto i bandi non funzionano anche perchรฉ rispondono a una funzione meritocratica che politicamente (sรฌ politicamente) non funziona: i bandi, detto altrimenti, non bastano. Ci vuole, anche, altro.
Una politica culturale per il futuro
Da anni nessuno capisce bene quale sia la funzione di un sindaco, di un assessore o di un presidente del municipio. Da anni nessuno capisce bene quale sia la differenza tra una giunta comunale e lโ€™altra. E la politica culturale non fa eccezione. In attesa certo che i vari governi, nazionale e locali, della destra estrema ce lo insegnino (e vedremo se lo faranno), la differenza radicale tra uno o lโ€™altro la fanno le scelte e la gestione, per esempio, dei finanziamenti pubblici. Attenzione che nei prossimi anni saremo travolti dalla questione gigantesca della gestione dei fondi del Pnrr (anche i Comuni e le Regioni) e ci sembra piรน che urgente aprire insieme questa riflessione, perchรฉ decidere come indirizzarli avrร  effetti importanti sulla vita di migliaia di persone.
๐—”๐—ฝ๐—ฟ๐—ถ๐—ฎ๐—บ๐—ผ ๐˜‚๐—ป ๐—ฐ๐—ฎ๐—ป๐˜๐—ถ๐—ฒ๐—ฟ๐—ฒ?
Momo non ha risposte, solo domande.
Certo, serve una politica culturale nuova e diversa per questa metropoli. Sรฌ ma come? Con chi? E verso dove? Certo, servirebbe una politica culturale ยซdallโ€™altoยป allโ€™altezza dei grandi temi che stiamo affrontando: dalle innovazioni tecnologiche alla redistribuzione dei soldi (vedi il reddito di base, che dovrebbe essere il faro di ogni forma di politica culturale). Sรฌ ma quanto? E ancora: con chi? E, certo, servirebbe davvero una politica culturale dal basso che spinga quelli che stanno in alto a condividere metodi e stili e che si organizzi in una unica forza: una potenza in comune. Sรฌ ma come? E con chi?
Abbiamo solo domande, lo avevamo detto: apriamo un cantiere?
Intanto Momo parte con la campagna Sbanditi.
Campagna per il festival ER
Siamo rimasti senza bando. Siamo sbanditi. Dopo mesi di attesa il Comune di Roma ha pubblicato gli esiti del bando dellโ€™Estate Romana, ma Momo non ci sarร . Troppo poco tempo per allestire il nostro festival ER, troppi soldi da anticipare e noi siamo precari senza un euro, troppi dubbi su un bando che non premia nรฉ noi nรฉ le altre realtร  piccole e indipendenti.
Abbiamo spostato il nostro festival al Monk nei due ultimi fine settimana di settembre. Il Monk รจ giร  diventato un nostro progetto fratello, tante le cose in comune, tante le traiettorie da condividere e le strategie da discutere insieme.
Come fare?
Lanciamo la campagna #Sbanditi, per raccogliere i fondi per organizzare la seconda edizione di ER Fest.
Non si tratta di una campagna di crowdfoundig: vi chiediamo di sostenerci, come sempre, attraverso i nostri libri. #Sbanditi vi propone, ๐—ฎ ๐—ฝ๐—ฎ๐—ฟ๐˜๐—ถ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ฎ๐—น ๐Ÿญ๐Ÿฏ ๐—ด๐—ถ๐˜‚๐—ด๐—ป๐—ผ, lโ€™acquisto scontato di libri Momo attraverso due pacchetti da 25 euro, il primo per ragazzi e ragazze, il secondo per adulti.
Sbanditi Kids 25 euro
– Ulissa
– La gemella buona e la gemella cattiva
– A poco a poco Apocalisse
Sbanditi xXx 25 euro
– Romeo like Juliet
– A planet to win
– Lavoretti

La piccola casa editrice di Momo ha iniziato la sua battaglia pubblicando libri radicali della quale da sempre siamo sostenitori.

Sostieni pure tu MOMO edizioni

Testo ed immagine presi dalla pagina Facebook di MOMO edizioni