Mascherine a peso d’oro

Sciacallaggio mascherine: i prezzi sono saliti alle stelle, con un rincaro al di fuori di qualsiasi logica di mercato, considerando che ora come ora si possono accostare ad un dispositivo salvavita. Anche nella sofferenza, c’è chi antepone l’utile e il ricavo al più basilare principio, il valore della vita.

Il genio italico si è scatenato: dal fai-da-te di chi se le cuce in casa all’assurdità  in seta griffata di una nota marca che vende un singolo pezzo a 190 euro! Nonostante il corona, non si può trascurare l’outfit.

Sui giornali si legge di tutto: vendute perfino a 20-30 euro ciascuna, gli sciacalli applicano aumenti fino al 1500%. Tali presidi sono diventati difficili da trovare e carissimi. Stiamo parlando di mascherine chirurgiche con elastico a 3 strati: valore sul mercato meno di 2 euro per un pacco da 50 pezzi. Ora lo stesso pacco costa oltre 100 euro. Follie da coronavirus-shop ma tutti hanno il sacrosanto diritto  di vedere tutelata la propria salute: le mascherine devono essere distribuite gratuitamente, senza mezzi termini, senza se e senza ma.

Molti sono i Comuni virtuosi che si stanno attrezzando in questo senso, anche nella nostra provincia: ad esempio il Sindaco Ottaviani a Frosinone, attraverso una consegna porta a porta effettuata dalla Protezione Civile e da un gruppo di volontari, solo oggi ha fatto recapitare agli abitanti del capoluogo 7200 mascherine. A Patrica il Comune ne ha acquistate 3000 da distribuire alla cittadinanza (gli abitanti censiti sono 3178).

Triste sorte per chi si reca ad acquistarle: se non si trova davanti il deludente cartello “Esaurite”, si deve preparare a pagarle cifre iperboliche.

Noi di Cittàtrepuntozero e Sinistra Italiana chiediamo chiarimenti all’Amministrazione Natalia su quali azioni si stiano attuando per venire incontro al fabbisogno della popolazione;

soprattutto sollecitiamo il Sindaco ad attivare una redistribuzione gratuita di tali presidi, cosa che già avrebbe dovuto esser fatta.

Essere portatori di una nuova visione politica per noi significa, prima di qualsiasi altra cosa, porre la tutela della salute delle persone sopra ogni calcolo economico, commerciale e certamente sopra una strategia politica. Lo stiamo chiedendo direttamente a te, in quanto Sindaco, non per attribuirci dei meriti futuri ma perché riteniamo sia giusto, anzi doveroso. Basterebbero le mascherine chirurgiche del tipo di cui sopra, per tutelare noi stessi ma soprattutto per evitare il diffondersi di ulteriori contagi. Con un atto di responsabilità ci si può sottrarre da logiche ciniche e massificanti, ricordando il celebre aforisma del Talmud per cui “chi salva una vita salva il mondo intero”.