Altro

Botti di fine anno

Venerdì 31 dicembre molte persone saluteranno l’arrivo del nuovo anno utilizzando petardi, botti e fuochi d’artificio. Il bilancio dei feriti ogni anno

Corrispondenze

Nelle scorse settimane è intercorsa, o meglio, c’è stata una corrispondenza unilaterale tra noi, cittatrepuntozero, e il segretario del circolo cittadino del

Meglio tardi che mai

“Meglio tardi che mai”! Con queste parole il movimento Cittatrepuntozero, guidato dal consigliere comunale Fernando Fioramonti, commenta il parere urbanistico non favorevole

Il bulletto

Uno scrittore
Ianne

Giorgetto il bulletto era un ragazzo di media statura, media corporatura e media intelligenza.

Aveva i capelli rossi a caschetto e i denti che gli uscivano sul davanti. Se ne andava in giro ad infastidire le persone più deboli e di taglia più piccola.

Un giorno entrò nella locanda e vide un uomo minuto, con i baffi, seduto al bancone. Gli si avvicinò e iniziò a deriderlo – prese il boccale che aveva vicino ed iniziò a bere per fargli un dispetto. L’uomo non si scompose e, non appena Giorgetto il bulletto ebbe finito di scolarsi il contenuto del boccale, se ne andò.

Giorgetto rimase soddisfatto per lo scherzetto – ebbe giusto il tempo di compiacersi che arrivò un uomo tre volte più grande di lui e che con un vocione disse: «Chi si è scolato la mia birra?»

I pochi presenti nella locanda si guardarono e, all’unanimità, indicarono il ragazzo dai capelli rossi.


Oggi Giorgetto ha ancora i capelli rossi, ma non i denti davanti.

Foto di S. Hermann & F. Richter da Pixabay