Altro

Le solite chiacchiere

“Un sindaco e un’amministrazione ormai alla canna del gas cercano invano di vendere fumo negli occhi degli anagnini che, conoscendo ormai con

Capita ad Anagni…

“La notizia della nomina, da parte del sindaco Natalia, di Serenella Poggi ad assessore al bilancio ci rammarica, palesando un tradimento nei

E le scuole di Anagni?

All’amministrazione Natalia non interessa nulla dello stato di degrado e abbandono delle scuole Anagnine e delle condizioni in cui i nostri ragazzi sono costretti a svolgere la didattica ed il personale scolastico è costretto a lavorare.

Sono infatti decorsi i termini amministrativi per convocare la commissione consiliare lavori pubblici (commissione dove si discute delle scuole) che la minoranza consiliare aveva richiesto 20 giorni fa al fine di valutare e intervenire sulle diverse criticità che attanagliano da innumerevoli anni gli edifici scolastici cittadini. Ciò non ha permesso alla minoranza consiliare di esercitare le proprie prerogative e soprattutto non ha permesso di mettere in luce, segnalare ed eventualmente risolvere le diverse problematiche degli istituti cittadini.

Questo atto certifica l’ennesimo fallimento, l’ennesima brutta figura, la leggerezza, l’approssimazione ed il dilettantismo con cui il sindaco Natalia e la sua giunta gestiscono la cosa pubblica. Come Cittatrepuntozero, attraverso il nostro consigliere Fioramonti e la minoranza in commissione lavori pubblici, avremmo voluto porre all’attenzione dell’amministrazione comunale le condizioni di igiene precaria e di scarsa sicurezza con cui gli alunni e i docenti sono costretti a fare i conti tutti i giorni nel corso dell’anno scolastico.

Ricordiamo tra tutte: in alcuni edifici, tra cui Osteria della Fontana e Pantanello, vi sono gravi infiltrazioni idriche e di umidità per la scarsa manutenzione o a causa degli approssimativi interventi effettuati, dalle coperture con rischio di crolli; in altri edifici mancano i corrimano lungo le scale di accesso e le strisce per i parcheggi del personale con difficoltà motorie. Nell’istituto comprensivo primo, nello specifico l’edificio della De Magistris, si attende da vent’anni il collaudo dell’ascensore per l’abbattimento delle barriere architettoniche. A causa di ciò gli studenti con difficoltà motorie, vengono quotidianamente portati a spalla dal personale; per non parlare delle pertinenze di tutti gli istituti comunali, i cui viali di accesso sono completamente danneggiati, ed il verde scarsamente mantenuto e pulito.

Queste ed altre criticità ci sarebbe piaciuto mettere in luce all’amministrazione Natalia, che, anziché accogliere l’invito della minoranza a convocare la commissione lavori pubblici, ha preferito continuare a fregarsene e dare spettacolo di approssimazione amministrativa, non sapendo nemmeno convocare i consigli comunali.

Noi di Cittatrepuntozero ci prefiggiamo di inserire l’istruzione e lo stato degli edifici scolastici comunali come valore fondamentale per il nostro programma di governo, con la consapevolezza che dall’istruzione e dalle corrette condizioni degli edifici scolastici, nasceranno i cittadini di domani. 

Tale valore non sarà negoziabile con nessuna forza politica che intenderà avvalersi della nostra collaborazione.

Scuola del Camerun da David Mark  da pixabay.com